ISCRIZIONI APERTE

Salvaguardare la dignità di chi è malato

Un corso online per imparare a tutelare la dignità nostra e dei nostri cari nei luoghi di cura

ONLINE SU PIATTAFORMA ZOOM – POSSIBILE LA FRUIZIONE IN DIFFERITA

Quali strumenti già esistono e quali possono essere costruiti per tutelare i nostri cari quando sono malati, devono essere sottoposti a terapia o intervento chirurgico e devono quindi trascorrere del tempo nei luoghi di cura?

Questo corso si propone di offrire ai partecipanti atteggiamenti, strumenti legislativi e buone pratiche utili a difendere la dignità di chi attraversa un’esperienza di malattia, a evitare che le persone vengano ridotte a organi o molecole, che diventino insignificanti e che si sentano passive e incapaci di prendere decisioni.

 

PERCHÈ UN CORSO DI QUESTO TIPO, ADESSO

Perché nonostante si parli molto di etica e di relazione medico/paziente, nella maggior parte degli ospedali, degli ambulatori, delle RSA, eccetera, i malati non vengono rispettati nella loro complessità di persone, e vengono bambinizzati (soprattutto i pazienti anziani) e privati della propria dignità, e di conseguenza della propria capacità di prendere decisioni per sé.

A CHI È RIVOLTO

Il corso si rivolge a tutti coloro che – per motivi personali o professionali, di volontariato o di impegno civico – desiderano acquisire gli strumenti per comprendere che significato dirompente possa avere la tutela della dignità dei malati nei luoghi di cura.

In particolare, il corso si rivolge a: familiari e malati, che vogliano smettere di sentirsi in balia delle decisioni mediche; operatori sanitari che desiderino approfondire il tema della dignità e della relazione; studenti universitari delle professioni sanitarie che siano interessati a coltivare la dimensione etica della professione; volontari operativi in ambito sanitario; cittadini interessati al tema.

    IL PROGRAMMA

    10 ore di formazione online ripartite in 4 incontri online intervallati da tre etivity (esercitazioni da fare a casa, facoltative).

    Modulo 1 – Come possiamo fare in modo che chi è malato si senta portatore di dignità?

    Giovedì 2 novembre, dalle 17.30 alle 19.30

    • Quali sono le interpretazioni più frequenti di “dignità” (dignità e natura umana, dignità e autodeterminazione)
    • La dignità è propria dell’uomo a prescindere dalla sua situazione?
    • La dignità è solo relativa a come si sente il soggetto?
    • La dignità come concetto relazionale

    Modulo 2 – Quali strumenti legislativi stanno dalla parte del malato?

    Giovedì 9 novembre, dalle 17.30 alle 19.30

    Con l’intervento di Lorena Forni, bioeticista (Università degli Studi Milano Bicocca)

    • I codici deontologici del medico e dell’infermiere
    • La legge 219/2017
    • La relazione è tempo di cura
    • Il consenso informato e il suo nuovo significato: “la tutela della salute psicofisica e della vita della persona nel pieno rispetto della sua dignità”.

    Modulo 3 – I luoghi di cura. Cosa ci ha insegnato l’esperienza del Covid?

    Giovedì 16 novembre, dalle 17.30 alle 19.30

    Con l’intervento di Ferdinando Garetto, medico palliativista.

    • Il ruolo dei familiari nella preservazione della dignità
    • Quali elementi tolgono la dignità
    • Dignità e solitudine nei luoghi di cura
    • Max Chochinov e l’abbecedario per chi cura (A. L’atteggiamento appropriato, B. Il Buon comportamento, C. La compenetrazione o empatia, D. Il dialogo)

    Modulo 4 – Dignità e fine della vita

    Giovedì 23 novembre, dalle 17.30 alle 19.30

    Con l’intervento di Francesca Re, avvocato e membro dell’Associazione Luca Coscioni

    • Cosa possiamo dedurre dalla prassi delle cure palliative

    • La Terapia della dignità

    • Dignità e anticipazione della morte (eutanasia, suicidio assistito)

    LA DOCENTE

    Marina Sozzi è nata a Pavia nel 1960, si è laureata in Filosofia a Torino, e ha studiato a Parigi e alla Scuola Normale di Pisa. Ha diretto per molti anni la Fondazione Fabretti, dedicata allo studio dei temi della morte e del morire nella società contemporanea. Nel 2012, lasciata la Fondazione, ha aperto il blog “Si può dire morte” (www.sipuodiremorte.it), e ha lavorato come consulente per vari enti non profit. Per alcuni anni ha insegnato Tanatologia storica all’Università degli Studi di Torino. E’ stata coordinatrice del Centro di Promozione delle Cure Palliative, presso la Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta. Attualmente dirige SAMCO, associazione di cure palliative nella provincia di Torino. Tra i suoi volumi: Reinventare la morte. Introduzione alla Tanatologia (Laterza 2009); Sia fatta la mia volontà. Ripensare la morte per cambiare la vita (Chiarelettere 2014); Non sono il mio tumore. Curarsi il cancro in Italia (Chiarelettere 2019).

    PARTNERSHIP

    Il corso – inserito nel programma del prestigioso festival Il Rumore del Lutto – è realizzato in partnership con gli enti appartenenti al comitato scientifico di Scuola Capitale Sociale sui temi della cura, ovvero: Il Rumore del Lutto, Associazione Samco, Fondazione Faro, Associazione Maria Bianchi, Zero K, Scuola Philo, Alzheimer Bari Odv, Ricostruire la Vita, Lorenzo Bolzonello psicologo.

    COME PARTECIPARE
    Per iscriversi è necessario versare un contributo di partecipazione pari a 150,00 euro. Per chi è socio della scuola, 140,00. Nel contributo è già inclusa la quota associativa obbligatoria.

    Per partecipare scrivere a segreteria@scuolacapitalesociale.it, o compilare il form a fondo pagina. L’iscrizione sarà effettiva solo dopo aver effettuato il pagamento e aver ricevuto conferma dalla segreteria.

    Numero partecipanti: Max. 50

    Come si svolge: 4 moduli didattici online, su piattaforma zoom. Possibilità di fruire le registrazioni in caso di assenza.

    Quando: giovedì 2, 9, 16 e 23 novembre, dalle 17.30 alle 19.30.

    Contributo di partecipazione: 150 euro (140 per chi è già socio della Scuola). Nel contributo è già inclusa la quota associativa obbligatoria.

    LEZIONE GRATUITA

    Cominceremo ad avvicinarci al tema della dignità nei luoghi di cura in una lecture gratuita online a cura della psicologa Sonia Ambroset. La lezione si terrà giovedì 19 ottobre alle ore 18.00 sulla nostra piattaforma zoom.

    Accesso libero ma posti limitati. Per prenotarsi: https://www.scuolacapitalesociale.it/ambroset/ 

    ISCRIVITI AI CORSI

    Compila il form accanto con i tuoi dati e verrai contattato dalla segreteria per completare l’iscrizione al corso scelto.

    6 + 1 =